Smart Contract: come funziona?

di Cristina Cannata
02/09/2019
4 minuti

L’avvento e lo sviluppo della tecnologia blockchain ha portato con sè una serie di innovazioni dall’alto potenziale applicativo, fortemente interessanti e adottabili in un ventaglio di campi diversi. Una delle più utilizzate, nonchè quella che ha attirato maggiormente l’attenzione, è lo “smart contract“.

Lo “smart contract” definisce una nuova terminologia software, che si è massivamente diffusa e perfezionata a partire proprio dallo sviluppo della blockchain pubblica sebbene l’idea di smart contract risalga a tempi più lontani.

Nonostante gli smart contract possano essere sviluppati su diverse blockchain, Ethereum -la seconda blockchain più grande attualmente esistente- è certamente la piattaforma prediletta. Ethereum supporta la nascita di applicazioni decentralizzate, grazie al suo linguaggio “Turing-Completeness” (Solidity), con cui è possibile sviluppare ad esempio smart contract pensati e definiti ad hoc. Se questo da un lato questo assicura un buon livello di flessibilità, dall’altro lato aumenta il rischio connesso all’output in quanto non è possibile individuare output pre-determinabili. Per ogni applicazione da sviluppare su Ethereum si necessita di ‘ether’,  la cryptocurrency utilizzata per pagare ogni singola transazione sulla piattaforma.

Cos’è uno smart contract?

Contesto

Il primo ad introdurre il concetto di smart contract è stato Nick Szabo nel 1994. La sua idea nasceva dall’intuizione che un contratto può essere scritto sotto forma di codice; questo tipo di contratto è in grado di eseguirsi da solo automaticamente quando certi termini e condizioni vengono soddisfatte, validate all’unanimità da un network in cui si inserisce. Questo significa che la figura dell’intermediario perde di valore, in quanto sostituito interamente dalla struttura dello smart contract stesso. Szabo ha spiegato il suo concetto nel libro “Smart Contracts: building blocks for digital free market”.

Il concetto di smart contract ha poi avuto modo di diffondersi grazie allo sviluppo della tecnologia blockchain, nella fattispecie con Bitcoin nel 2009. Tuttavia, solo con l’avvento di Ethereum lo smart contract incontrò una diffusione massiva.

Definizione

Si definisce smart contract un accordo tra due o più parti redatto sotto forma di codice, sviluppato su blockchain; questo accordo implica una serie di termini e condizioni che vengono definite dalle parti coinvolte. Una volta che le condizioni vengono soddisfatte, lo smart contract ha il potere di eseguirsi automaticamente per produrre l’output atteso.

La capacità di autonomia nell’esecuzione di questo tipo di contratto sottolinea una caratteristica importante legata agli smart contract, e più in generale al concetto di blockchain: la disintermediazione. L’utilizzo di smart contract consente di escludere l’intervento di terze parti e intermediari, la cui presenza è preponderante per la convalida delle transazioni nei contratti tradizionali. Grazie alla tecnologia blockchain, lo smart contract permette di disintermediare e automatizzare i processi tradizionali, eliminando la presenza di una terza parte più o meno centrale che possa avere il controllo sulla transazione.

Lo smart contract permette lo scambio di qualsiasi asset di valore senza la necessità della presenza di intermediari

Di norma, uno smart contract include degli asset digitali e più parti che possono gestire da sè i loro asset in accordo alle regole definite nel contratto. Questa caratteristica evidenzia una serie di benefici derivanti dall’utilizzo di smart contract, in particolare legati al risparmio (di tempo, di denaro e di carta) e alla possibilità di controllare in tempo reale le transazioni.

Tre punti chiave

  1. Uno smart contract è un accordo tra due o più parti redatto sotto forma di codice; è sviluppato sulla blockchain e una volta che è definito, non può più essere cambiato.
  2. Tutte le transazioni legate allo smart contract sono processate sulla blockchain, questo elimina la necessità di intermediari o il coinvolgimento di terze parti.
  3. L’accordo è raggiunto quando tutte le condizioni e i termini su cui lo smart contract si definisce vengono soddisfatti. A quel punto, lo smart contract è in grado di eseguirsi in autonomia.

key point sc 660x440

Gli smart contract sono utilizzati e applicati in diversi campi, dal finanziario alle assicurazioni, processi legali, servizi legati alla salute e business management. Sicuramente l’applicazione più massiva e conosciuta, nonchè la più interessante, riguarda le ICO.

sc 2 660x440

I benefici derivanti dall’utilizzo di Smart Contract

L’applicazione quotidiana degli smart contract, in sostituzione ai contratti tradizionali, consentirebbe di beneficiare di una serie di vantaggi:

  1. Accuratezza e Precisione: gli smart contract vengono definiti con una serie di termini e condizioni, accordati e verificati dalle parti coinvolte. Queste sono espressi sottoforma di codice. Ciò elimina il rischio di controversie ed errori.
  2. Fiducia: gli smart contract sono trasparenti e sicuri; tutte le transazioni correlate sono registrate sulla blockchain, i dati sono crittografati e condivisi in un registro distribuito. Non c’è possibilità di incorrere in casi di manomissione, manipolazione o errori manuali.
  3. Autonomia: L’accordo è definito tra le parti coinvolte e ciò azzera la necessità di fare riferimento ad intermediari per la validazione di transazioni. L’esecuzione del contratto è gestita automaticamente quando le condizioni e i termini vengono soddisfatti.
  4. Risparmi: l’utilizzo di smart contract implica una serie di risparmi; in primo luogo, visto l’esclusione di intermediari, sono notevoli i risparmi in termini di costi e tempo; in più c’è una riduzione della documentazione cartacea consistente.

I contratti tradizionali di norma implicano alti costi, il coinvolgimento di terze parti, una consistente mole documentale cartacea e la possibilità di compiere errori. Gli smart contract rendono i processi tradizionali molto più affidabili, efficaci ed efficienti, permettono di automatizzare e velocizzare processi e transazioni.

sc 3 660x990

CONTATTACI
+39 02 3653 1544info@wizkey.ioWizKey S.p.A.P.I. 10429050965SEDE LEGALEVia Luciano Manara n. 7 20122 Milan, Italy
SEDE OPERATIVAVia Tortona n. 72 20144 Milan, ItalyNumero REA MI-2530639Camera di Commercio di Milano Monza Brianza LodiCapitale sociale €205.256,00
© 2020 Wizkey S.p.A. - All rights reserved